Roma 30 Settembre 2009

Concluso il primo giro di consultazioni. Domani workshop con la Uefa

Anche da Verona, come nei giorni scorsi da Napoli e Cagliari, arrivano segnali positivi per la candidatura italiana agli Europei 2016: il Sindaco Flavio Tosi e l’assessore allo sport, tempo libero, ecologia e ambiente Federico Sboarina, nell’incontro odierno con Michele Uva, Project Manager Euro 2016/Italy Candidate, hanno infatti ribadito la “piena disponibilità politica” dell’amministrazione comunale per intervenire sullo stadio “Bentegodi” secondo i parametri previsti dalla Uefa.

Il Sindaco di Verona Tosi ha ribadito l’interesse della città “in rappresentanza di un territorio rilevante come il Veneto” per la candidatura italiana, assicurando la dovuta attenzione allo sviluppo di un progetto funzionale sullo stadio “Bentegodi”. Si sono detti d’accordo al riguardo anche il presidente dell’Hellas Verona Giovanni Martinelli e il responsabile marketing e pubbliche relazione del Chievo Enzo Zanin, intervenuti all’incontro.

Domani, intanto, è previsto un workshop con la Uefa, presso la sede della Figc, sulle tematiche relative a logistica e trasporti (reti ferroviarie, aeroporti, mobilità): interverranno i rappresentanti di Ministero degli Interni, Ministero del Turismo, Assoaeroporti, Enac, Enav, Anci, Protezione Civile, Alitalia, Ferrovie Stato. L’ultimo workshop con la Uefa si svolgerà poi il 6 ottobre su questioni commerciali/legali e sulle procedure di candidatura.
Successivamente proseguirà il giro delle consultazioni con i Sindaci ed i dirigenti delle società di calcio delle altre città inserite nel dossier di candidatura.



Credits - FIGC - Copyright reserved 2008